Based on the novel “Manuscript found in Saragosse” of Jan Potocki.

Un viaggio da Bitonto a Napoli fuori dalle rotte più comuni. Come è fuori dagli schemi e controcorrente il film di Rondalli, che si svolge in un’Alta Murgia popolata da briganti, zingari, forche, cabalisti e demoni. Se Matteo Garrone si era cimentato con l’opera di Giambattista Basile, Rondalli si è spinto oltre, partendo da Il manoscritto trovato a Saragozza del nobile polacco Jan Potocki. Il conte dedicò a questa complessa opera buona parte della vita, prima di suicidarsi, nel 1815. Difficile anche solo accennare ai vari livelli del film, tra sogno, fantasy ed esoterismo. Rondalli comunque ha “ridotto” le sessantasei giornate del romanzo, ambientate in Spagna, in dieci giorni nell’Alta Murgia, e la definizione di Decamerone nero o gotico è perfetta. Il film comincia con il conte polacco che scrive e medita il suicidio. Poi si passa al 1734, all’indomani della battaglia di Bitonto. Alfonso van Worden, un giovane ufficiale vallone, deve raggiungere il suo reggimento a Napoli. Si mette in cammino, nonostante il suo servitore cerchi di dissuarderlo dall’attraversare l’altopiano delle Murge. Il seguito è un intreccio fantastico tra sogno e realtà. Un percorso iniziatico per Alfonso, tra allucinazioni, magia, caverne, locande malfamate, apparizioni diaboliche e amori scabrosi.

 

 

Alberto Rondalli: Director
Alberto Rondalli: Writer
Ramo Spa: Producer
Nahuel Perez Biscayart: Key Cast “Alfonso”
Alessio Boni: Key Cast “Pietro da Oria”
Valentina Cervi: Key Cast “Ines”

 

Film Type: Feature
Runtime: 2 hours 6 minutes
Completion Date: December 1, 2017
Country of Origin: Italy
Country of Filming: Italy
Film Language:  Italian, French, Spanish
Shooting Format: Alexa
Film Color: Color

 

© Agadah – All rights reserved.

 

 

More films at the First Hermetic Film Festival 2018: